PROGETTI SOSTENUTI

2018

GLUT1

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

2017

AMATRICE

B&B Fattoria Sommati di Amatrice


LA SCALATA DI VITTORIA

22552826_1585122118221117_1445548104621591767_n


V3V

Fornitura materiale per avvio attività in collaborazione con la P.A. Croce Verde di Vicenza


CASA FAMIGLIA GIOVANNI XXIII CITTADELLA

Aiuto a una famiglia in difficoltà


PROGETTO BOSNIA

 


CROCE BIANCA VI

Donazione acquisto nuova ambulanza

 

2016

AIUTIAMO GIOIA


PAGLIACCI DEL CUORE A LOURDES

 


MISSIONE SIDARE

www.sidare.it


MISSIONE CAPOVERDE

 


ASSOCIAZIONE ALLELUIA

 

 

2015

MISSIONE MAIO TANZANIA


MISSIONE CILE


MISSIONE TIME4 LIFE


TERREMOTO NEPAL

Raccolta materiale di prima necessità

 

2014

ONCOLOGIA DI BUDIMEX

Raccolta e consegna materiale ludico e didattico


CONTAINER ETIOPIA

Raccolta e consegna di materiale di prima necessità


CARROZZELLA PER MATTEO

Il lieto fine è arrivato: l’Asl di Bergamo ha comunicato di aver concesso l’autorizzazione per la concessione di una nuova carrozzella per Matteo, un ragazzo di Valtesse affetto da diplegia spastica e per il quale tutto il quartiere si era mobilitato con una raccolta fondi.

L’autorizzazione è arrivata
Matteo avrà la sua carrozzella


 

2013

AIUTI ALLE MAMME DI PRISLOP

Consegna abbigliamento e materiale sanitario

 

2012

MISSIONE PRISLOP

Materiale ludico e didattico ai Claun volontari in missione


TERREMOTO EMILIA-LOMBARDIA

 


ASSOCIAZIONE L’INCONTRO


GENERI ALIMENTARI PER HAITI


 

BANCO ALIMENTARE


CAMPER EMERGENZA

Fornitura di coperte e abbigliamento invernale

 

2011

BIMBULANZA A LECCE

Sostegno per l’acquisto della Bimbulanza


BANCO FARMACEUTICO


MISSIONE URUGUAY VIP VERBANO

Fornitura materiale claun


AIUTO POZZO BURKINAFASO

Raccolta fondi 


UNA CASA PER MONGHOL

Cari amici,
Vi auguro uno splendido anno pieno di gioia, pace e amore!
Colgo l’occasione per informarvi sugli sviluppi del progetto “Una casa per Monghol”
Quello che è stato deciso è l’unica soluzione possibile per la situazione in cui si trovano queste famiglie.
Pagheremo alla mamma di Monghol l’affitto ogni mese di una casa che sta già occupando con tutta la famiglia.
Non possiamo in nessun modo avere una casa tutta per loro perché non sono mai stati registrati all’anagrafe, né i genitori né i bambini e ritenuti perciò incapaci di intendere. In pratica per il governo indiano non esistono, come tanti altri.
Alla nonna di Raul, che non vuole muoversi dalla capanna dove vive, saranno dati 2.000 euro per le riparazioni della stessa e gli altri soldi che abbiamo ricavato dalla raccolta verranno distribuiti a tre famiglie povere che stanno cercando un tetto.
Grazie a tutti voi!
A presto
Teresa e Paola

Tanti mattoni grazie a:
Anna Battaglia-Ristorante Zenith-Pizzeria Adriano-Farmacia Marenduzzo-Sister Bar-Amici dell’Istituto Farina-Schiuma Party Ospedaletto Euganeo-Scintilla-Claun Giode-Don Luca-Claun Spiedino-Claun Talpa e Peluccio e… tantissimi altri amici


un euro = un mattone

Monghol ha 3 anni e vive in uno dei tanti marciapiedi
di Calcutta con la sua famiglia.
Il padre, guidatore di risciò e la madre in attesa di un altro figlio.
Un gruppo di volontari ha deciso di dare una casa a questa famiglia entro Natale 2011.
Vuoi essere dei nostri?
Anche un solo euro può fare la differenza!
Il progetto sarà seguito da Teresa Volpato,
infermiera che lavora e vive a Calcutta da 16 anni prestando servizio di volontariato con le Missionarie della Carità.


 

2009/2010

OPERATIVITA’ IN ABRUZZO


FONDAZIONE MAGO SALES

Sostegno economico per missioni


ASSOCIAZIONE ERIKA


U.I.L.D.M. E A.I.D.O. (Bergamo)

Presenza costante dei Pagliacci del cuore per raccolta fondi 

 

2008

MISSIONE CALCUTTA

Dove vivono i malati, i respinti, i sofferenti, gli incurabili. Dove bussano alla porta gli ultimi, gli oppressi, i moribondi. Dove un minuto salva una vita o può rendere lieve una morte, Teresa Volpato è testimone della profonda dignità di ogni essere umano e dell’amore coraggioso indicato da San Giovanni con le parole “Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità”. Una vita dedicata al reparto di oncoematologia pediatrica di Padova, dove questa splendida donna, figlia, sorella, madre degli ultimi ha trovato da subito la sua strada per donarsi in piena semplicità agli altri nel corpo e nell’anima. Donarsi con le mani, la sofferenza, il sorriso, una carezza, una parola di conforto. Da 11 anni è in India presso l’istituto delle suore di Madre Teresa di Calcutta dove porta concreto aiuto svolgendo la sua missione di infermiera, porta la sua esperienza e il suo amore dove vivono i poveri…più poveri dei poveri. L’Associazione ”Un naso rosso per…” ha voluto fare una donazione alle missionarie della carità per contribuire alle spese di materiale sanitario.

“Non importa quanto si da’, ma quanto amore si mette nel dare. Ai Volontari chiedo semplicemente di venire e di Amare le persone, di usare le mani per aiutarle ed il Cuore per Amarle”

Madre Teresa

Teresa Volpato, nata nel 1936 a Bassano del Grappa, si è diplomata infermiera professionale a Padova, dove ha lavorato per quarant’anni prima nel reparto di pediatria e poi nel reparto di oncoematologia pediatrica. Ha vissuto fin dal primo giorno il suo lavoro come una missione, e ai piccoli che giungevano in reparto ha dedicato la sua vita considerandoli tutti figli suoi. L’ospedale è stato la sua casa e la sua famiglia, e lì ha speso la sua intelligenza, la sua professionalità e le sue grandi doti umane, fino a quando nel 1996, in occasione del suo pensionamento, è partita per un viaggio in India. A Calcutta ha avuto modo di assistere ad una Santa Messa alla presenza di Madre Teresa, Entrata nella chiesa dove si celebrava l’omelia, Madre Teresa le si è avvicinata e guardandola negli occhi le ha detto: “La stavamo aspettando”. Quell’incontro ha cambiato il corso della sua esistenza: Teresa Volpato non è rientrata in Italia, ma ha affidato ad una lettera indirizzata agli amici più cari i motivi della sua permanenza a Calcutta. In India si è fermata per tre mesi, documentando con molte fotografie la realtà che incontrava ogni giorno. E’ rientrata nel nostro Paese per rinnovare i permessi e coinvolgere amici e conoscenti nella sua nuova missione, quindi è ripartita.

Tutt’oggi lavora come volontaria con le Missionarie della Carità di Madre Teresa. La sua è una presenza indispensabile nella Nirmal Hriday, la “Casa del cuore puro” conosciuta anche come la “Casa del moribondo”, dove trovano rifugio gli incurabili, un luogo di profonda sofferenza, ma anche di profondo amore, dove nel 1986 Giovanni Paolo II volle incontrare Madre Teresa all’inizio del suo Pellegrinaggio Apostolico. Vive ogni suo giorno in questa sorta di “ospedale” e in parte sulla strada a raccogliere chi viene abbandonato perché incurabile. Le donazioni che riceve vengono usate principalmente per acquistare farmaci e le attrezzature necessarie per curare le persone, in parte per adottare bambini del posto, nutrirli, vestirli e prendersi cura di loro.


BICICLETTE BANGLADESH

CARISSIMI AMICI
Ecco formate le squadre che qua da noi correranno a piedi perché le biciclette le abbiamo donate all’orfanatrofio di
SATKIRA di Padre Lorenzo Valoti
48 biciclette rosse rosse, come il nostro naso rosso.

squadre:

1 – I PAGLIACCI DEL CUORE DONNE – 4 biciclette
2 -I PAGLIACCI DEL CUORE UOMINI – 6 biciclette
3 – I PAGLIACCI DEL CUORE AMICI – 5 biciclette
4 – SGRONDOBYCYCLE – 6 biciclette
5 – I CITTADELLAFLO’ – 5 biciclette
6 – E.T. CAM. – 13 biciclette
7 – INCONTRI TEAM MI – 5 biciclette
8 – BUTTIRONI COLZATE TEAM – 5 biciclette

totale 49


FATTORIA DEL NASO ROSSO

Ebbene si è ufficiale è nata la fattoria del Naso Rosso,

è nata in Bangladesh e precisamente al:

MARY HOSPITAL di KHULNA

Ogni bambino nato viene donata alla famiglia una capretta.

Carissimi pagliacci del cuore prendiamo ancora qualche capretta?

Bastano solo 15,oo euro e la capretta prenderà il vostro nome…

170 caprette  11 caproni e una mucca

eccola il suo nome è: NASO ROSSO


MISSIONE RUSSIA


MISSIONE KHULNA

Acquisto risciò 


PULMINO PER MAURO RIVELLINI

Il progetto prevede l’acquisto di un mezzo nuovo da adibire al trasporto di Mauro durante le sue trasferte per le terapie, previo adattamento con pedana di carico.

Solo un mezzo di determinate dimensioni consente di ospitare la bascula, la carrozzina più grande, l’unica adatta ad un trasporto comodo con sostegni adeguati alla testa ed al collo.
Attualmente, usando quella più piccola (standard), l’unica possibile per il trasporto con il furgoncino del Comune o per il trasporto in auto, ci sono grosse difficoltà tecniche legate a questo tipo di ausilio.

Questa mobilità per Mauro è fondamentale, non solo per una questione di piacere personale, di voglia di vivere e girare come ognuno di noi (un diritto di ognuno), ma, soprattutto, per le terapie che fa, le quali sono fondamentali non solo per se stesso.
A sei anni dal giorno in cui gli è stata diagnosticata la SLA, Mauro mostra una resistenza alla malattia impressionante. Possiede ancora una autonomia respiratoria, come accerta il suo stesso terapista Alessandro Biemmi, il quale sostiene a ragione che è merito della fisioterapia in acqua.
Questa tecnica, purtroppo, non viene considerata dal sistema sanitario italiano,
il quale ammette solo terapie in un letto di ospedale.

Il costo del mezzo:

furgone = 27.000 euro

pedana =  12.000 euro


 

2007

I COLORI DEL SORRISO VARESE

Aiuto ai claun in missione con fornitura materiale claun


GRAZIA

Raccolta fondi per terapie particolari


VIPPADOVA

MARAMEOCLAUN ALESSANDRIA

LA MOLE DEL SORRISO

DOTTOR CLOWN RIMINI

Fornitura materiale per missioni


 

0 pensieri su “PROGETTI SOSTENUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.